Tu sei qui

Federazione Italiana della Caccia

Share button

E’ l’associazione storica dei cacciatori Italiani, nata nel gennaio del 1900 e riconosciuta con D.L. del settembre 1928.
Struttura
Competenze: 

E’ l’associazione storica dei cacciatori Italiani, nata nel gennaio del 1900 e riconosciuta con D.L. del settembre 1928.
Ha fatto parte dei Soci Fondatori del Coni. Ha personalità giuridica, di diritto privato, ai sensi dell’articolo 1 del D.P.R. del 23 dicembre 1978.
Con la modifica statutaria nel dicembre 2000 ha dato vita: alla FIDC, una Federazione di Associazioni venatorie regionali e province autonome ad essa Federate e alla Fitasc.
Federazione sportiva riconosciuta dal Coni per tutte le attività agonistiche generate dall’attività venatoria, a cui aderiscono oltre 1000 Società sportive in tutto il Paese.
La Federazione Italiana della Caccia sezione di Romanengo è rappresentata da circa quaranta iscritti. Notevole è negli ultimi anni l’iscrizione alla FIDC di giovani cacciatori.
La FIDC di Romanengo è così organizzata:
PRESIDENTE: Rovida Eugenio residente a Crema (cell. 3487341628)
VICEPRESIDENTE: Spinelli Ettore residente a Romanengo.
SEGRETARIO: Rossi Andrea residente a Romanengo.
RAPPRESENTANTE ATTIVITA’ SPORTIVA: Paioli Alberto residente a Romanengo.
SEDE: Presso l’abitazione di Rossi Andrea residente a Romanengo.

I cacciatori sono anche impegnati a proteggere e qualificare la fauna, attraverso la messa a cultura di terreni abbandonati e incolti. La caccia ha inoltre un ruolo fondamentale per evitare la sovrappopolazione di specie che potrebbero alterare il delicato equilibrio tra flora e fauna locale.

Contatti
Indirizzo: 
Informazioni Ultima modifica: 07/06/2022 - 15:08
Documenti e dati